Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

SHOPPING EXPERIENCE A MILANO DAL 29 OTTOBRE CON IL NUOVO ABERCROMBIE

 2536281153_f70b264332-1

 

Il primo negozio italiano di Abercrombie & Fitch aprirà i battenti il 29 ottobre, a Milano in corso Matteotti alle ore 10,00. Si tratta del quarto flasghisp  al mondo, dopo New York, Los Angeles e Londra. Flagship vuol dire che si tratta di un  negozio di punta, con l’intero assortimento per adulto e bambino, ma soprattutto di un punto vendita caratterizzato dallo spregiudicato e intrigante stile di Abercrombie & Fitch. La cosa certa è che centinaia di ragazzi e ragazze sono pronti ad assaltare le vetrine di un punto vendita  disposto su più piani (per un totale di 3000 mq) che ha tutte le caratteristiche  per diventare un  modello, un cult dello  shopping experience. Mi viene in mente la prima apertura di Burgy in piazza San Babila negli anni 80, quando il fast-food americano (copiato integralmente da Mc Donalds) diventa un avvenimento per la città, un punto di ritrovo per centinaia di giovani. Chi ha visitato  bercrombie & Fitch a  New York sa di cosa sto parlando e sa che comprare i blue jeans o la t-schrt  è quasi secondario.

3511211467_426a44b66b
ATMOSFERA ABERCROMBIE

All’ingresso dello store di New York si vedono due grandi vetrine con gigantografie di ritratti in bianco e nero posizionati su  pannelli di 3 metri per 4. Sul marciapiede ti accoglie un gruppo di giovani modelli a torso nudo e altrettante ragazze mozzafiato sorridenti pronti/e a farsi fotografare. L’impatto è fortissimo, lo shopping experience comincia con una foto e prosegue sulla soglia con una musica sparata a palla. Quando si entra  l’atmosfera  è quella di una discoteca. Luci soffuse, buio e solo qualche faretto per i vestiti posizionati in alto o dentro vetrine trasparenti. La sensazione di essere in una discoteca è confermata  dai  ragazzi e dalle ragazze che assistono la clientela muovendosi  e ballando a ritmo di musica. Ma la cosa più intrigante è che i giovani e le ragazze  sono bellissimi modelli che sembrano scesi da una passerella. Certo sugli scaffali ci sono anche vestiti e capi di abbigliamento ma quello che conta veramente è l’atmosfera.


256814836_140a29ca7d_o JEANS E MODELLI DA PASSERELLA
Ricordo lo sguardo perso di una minuta turista giapponese assistita da un commesso alto 1,90 con i capelli riccioluti neri, un fisico asciutto e un volto da urlo che muovendosi a ritmo di musica le mostrava le maglietta. A fianco due ragazzi osservavano incantati una fotomodella  bionda che seguendo il ritmo li  aiutava a scegliere i jeans.  Sono convinto che quella turista giapponese ricorderà per tutta la vita la shopping experience  della t-shirt di Albertcrombie & Fitch con  il giovane modello  riccioluto che le ballava intorno.

Anche io ho fatto acquisti e poi andavo in giro per New York mostrando  l’inconfondibile sacchetto di carta con le  sigle di A F.