Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La mozzarella di bufala Campana contro la camorra. Espulso Mandara, codice etico e presto regole più severe per garantire i consumatori

La notizia  dell’arresto del signor Giuseppe Mandara e la chiusura di uno dei caseifici più famosi adibito alla produzione della mozzarella di bufala Campana Dop non rappresenta  una bella pubblicità per uno dei formaggi italiani più conosciuti nel mondo. Dopo questo episodio di cronaca è quasi inevitabile avanzare riserve anche sul prodotto, ma in questo caso non bisogna lasciarsi andare a facili conclusioni. Ci sono diversi elementi su cui riflettere che è doveroso conoscere.

 

La prima cosa da dire risale a poche settimane fa (il 27 giugno 2012) quando a Caserta il Consorzio per la tutela del formaggio mozzarella di bufala Campana adotta per la prima volta un codice etico. Uno degli articoli prevede che per aderire al consorzio, e quindi per produrre la  mozzarella di bufala, bisogna presentare ogni anno un certificato camerale antimafia. Sara un caso, ma forse  grazie a questo codice etico il Consorzio ha deciso a poche ore di distanza dal provvedimento contro Mandara di espellere l'azienda. Sarà pure un altro caso ma da qualche settimana un caseificio che aderisce all'associazione Libera di don Ciotti ha aderito al Consorzio della mozzarella.

 

Continua a leggere l'articolo di Roberto La Pira   su ilfattoalimentare.it

 


 

 

Foto: Photos.com,

>