Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

Riso “Made in Italy”: sarà obbligatorio specificarne l’origine. Serviranno nuove etichette, ma anche argini alle importazioni a dazio zero

riso

Il ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Maurizio Martina é stato richiesto più volte, già sotto il precedente governo, di adottare i provvedimenti necessari al salvataggio della filiera risicola nazionale. E solo recentemente ha annunciato alcune misure, nel corso di una riunione coi rappresentanti di agricoltura e industria. Il ministro Martina promette che l’origine del riso “Made in Italy” sarà oggetto di indicazione obbligatoria in etichetta. D’accordo anche il collega Carlo Calenda. Con 1 miliardo di euro di fatturato, l’Italia è il primo produttore di riso in Europa, ma non sono da dimenticare il crollo dei prezzi e l’accumulo di enormi scorte dovuti ai risi importati dall’Asia a dazio zero. Saranno quindi necessarie nuove etichette, ma anche argini alle importazioni a dazio zero.

Continua a leggere su ilfattoalimentare.it