Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

NELL’UE SI SALVANO LE BANCHE MA SI DIMENTICA IL CLIMA

A Bruxelles 350 attivisti di Greenpeace  hanno
bloccato le porte del palazzo della Commissione europea dove sono
riuniti i ministri dell’Economia.
La protesta è stata portata  avanti per evitare il blocco dei  versamenti a favore dei Paesi in via di Sviluppo (35 miliardi di euro all’anno fino al 2020) necessari per ridurre le emissioni di gas serra e far fronte agli
impatti dei cambiamenti climatici. Questi Paesi necessitano di almeno 110 miliardi di euro all'anno dai paesi ricchi entro il 2020, per fare fronte al piano di salvataggio del clima. Greenpeace lamenta che i ministri dell'Economia stanno concedendo alle banche
e ai loro manager 1700 miliardi di euro dei contribuenti, ma non hanno
ancora sborsato un centesimo per affrontare la crisi
del clima. E' come se ciascun cittadino europeo avesse invitato una
banca a cena, una volta alla settimana per un anno, spendendo 63 euro.
Ora però bisogna anche offrire un cappuccino ai Paesi emergenti.

Afp152620571003153736_big