Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

GREENWASHING : I CINQUE PEGGIORI SPOT DEL 2009 DECISI DA CONSUMER INTERNATIONAL

Title-banner--eng-1

Consumer International un’associazione europea che
si occupa di difesa dei consumatori, ha comunicato la lista dei 5 peggiori spot
trasmessi nel 2009. Ispirandosi alla conferenza di Copenaghen sull’ambiente.  Quest’anno l’attenzione della giuria si
è focalizzata sui messaggi di greenwashing.
Si tratta di  falsi messaggi
pubblicitari che inventano  aspetti
ecologici inesistenti o lasciano intendere che usando certi prodotti non si
inquina .

I cinque messaggi sono:

Images
Audi
: lo spot andato in onda anche su internet lascia
intendere che l’automobile Audi  A3
TDI essendo un diesel pulito, si può considerare amico dell’ambiente  e viene equiparata ad  una bicicletta.

BP (una multinazionale del petrolio)  evidenzia nello spot l’impegno a favore
delle energie rinnovabili, ma poi concretamente continua ad investire  in modo sostanzioso nel settore dei
combustibili fossili.  

Images-1
Easy Jet
, la famosa compagnia aerea ben nota ai viaggiatori
per i prezzi stracciati, in uno spot lascia intendere che da un punto di vista ambientale
volare a bordo dei suoi voli ha un impatto ambientale equiparabile a quello di un’automobile
ibrida.

Microsoft  per la promozione del nuovo Window 2008 invita i consumatori ad
acquistare un nuovo computer, incrementando così le emissioni di anidride carbonica.

 Un
premio speciale è stato assegnato a CO2 verde
, un’organizzazione costituita da
alcune imprese americane attive  nel settore dei combustibili fossili. Lo spot sostiene che aumentando
i livelli di anidride carbonica  si
fa un gesto positivo  per l’ambiente.

Tutto ciò è un po’ bizzarro, ma non bisogna
meravigliarsi. Chi  conosce il mondo della pubblicità sa che le bugie sono una cattiva
abitudine .