Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Tortellini Buitoni: lo scandalo della carne di cavallo arriva anche in Italia. La vera storia del circuito illegale di cavalli da corsa macellati in Romania

Buitoni-brasatoAnche l’Italia entra nello scandalo della carne di cavallo,
portando a 20 i Paesi coinvolti in questa vicenda*. La multinazionale
Nestlé ha ritirato dagli scaffali italiani e spagnoli ravioli e
tortellini di manzo a marchio Buitoni, una delle tante società che fa
capo al colosso alimentare. I lotti ritirati, con data di scadenza fino
all’8 aprile 2013, sono nello specifico: “I Ravioli di Brasato Buitoni” e
“I Tortellini di Carne”, entrambi realizzati con materie prime
provenienti dall’azienda tedesca H.J. Schypke. I test effettuati, hanno
rilevato tracce di DNA equino, nei due preparati che dichiaravano
esclusivamente carne di manzo. Per essere precisi la quantità di carne
di cavallo nelle decine di prodotti  ritirati dal mercato in altri Paesi
oscilla dal 40 al 60% e anche nel caso di Buitoni, la quantità presente
nei tortellini italiani dovrebbe rientrare in questo intervallo.

 

La prima segnalazione risale all’8 febbraio, ed è
firmata dalla Gran Bretagna. Il report parla di sospetti di frode per la
presenza di oltre il 60% di carne equina, utilizzata al posto della
carne bovina, senza dichiararne la presenza in etichetta. I prodotti
sotto accusa inizialmente erano le lasagne surgelate Findus e altri
piatti pronti.

Ma lo scandalo non ha confini cosicché le aziende e i Paesi coinvolti
aumentano di giorno in giorno. Hanno ritirato decine di prodotti
numerose catene di supermercati tra cui Carrefour, Auchan, Casino,
Monoprix, Sistème U, Picard, Aldi e Tesco.

 

Continua a leggere l’articolo   su ilfattoalimentare.it